Intervista-Eleonora-Simeoni

Condividi

La potenza dell’arte narrata da Eleonora Simeoni

Una raccolta di illustrazioni e disegni per narrare la potenza dell’arte, un progetto personale il cui obiettivo è anche quello di attestarsi come strumento di riflessione per chiunque abbia la possibilità di sfogliarne le pagine. Il progetto dell’illustratrice veneta Eleonora Simeoni, classe 1995, stampato con LemonPrint è caratterizzato da segni grafici tanto delicati e ricercati quanto espressivi e decorativi.

“L’idea di creare un catalogo con i miei lavori – ha raccontato Simeoni, studentessa di fumetto e illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna – è nata un po’ per caso. Non sapevo bene cosa ‘creare’, avevo diversi lavori ma nulla che fosse un progetto vero e proprio. Così mi è stato detto: ‘perché non raccogli tutto quello che hai e ne fai una raccolta dei tuoi lavori?’. Ho subito pensato che fosse la cosa giusta per me e mi sono messa al lavoro”.

“Alcuni disegni – ha aggiunto l’illustratrice – li ho creati successivamente, integrandoli con quelli che già avevo. Mentre li impaginavo ho sentito la necessità di scrivere un testo che descrivesse i miei lavori e quello che sentivo. È nato un catalogo ‘illustrato’, molto personale”.

“Graficamente ho cercato di creare una soluzione semplice ed elegante. Immagini a doppia pagina, altre singole, non ho usato un ordine uguale per tutto il libro, per dare un ritmo alla lettura ho giocato molto con il bianco della pagina”.

“Sono molto soddisfatta di questa esperienza – ha affermato Simeoni – sicuramente la consiglio a chi vuole stampare dei progetti di alta qualità. Tra le varie proposte web per stampare i prodotti LemonPrint mi hanno colpito particolarmente i colori e la carta che utilizzano sono davvero di alta qualità!”.

Cosa proponi di innovativo per LemonPrint? “Azzardo, mi piacerebbe molto stampare dei libri Pop up, è una tecnica molto complessa di stampa e di ritaglio delle forme, non so se sia possibile ma se riusciste a farlo mi prenoto subito!”.

I miei riferimenti creativi sono tanti: l’arte medievale e i bestiari per la composizione bidimensionale e l’uso dei colori, le wunderkammer come stanze delle meraviglie composta da elementi reali ma anche surreali, il surrealismo e il dadaismo, il mondo dell’infanzia, la magia, il circo”.

Trovo ispirazione anche dal cinema: Tim Burton, jodorowsky, Svankmajer per citarne alcuni. Tra le varie case editrici che apprezzo sopratutto Logos edizioni, propongono un catalogo ampio di libri sia illustrati che non, con autori che spaziano dall’infanzia fino agli adulti. Insomma libri davvero per tutte l’età e che consiglio”.

Scritto da

Frizz

La tua guida su Lemonprint
L’Artbook di Carla Indipendente con le sue illustrazioni realizzate tra il 2013 e il 2018
Marta Pantaleo e la sua Monograph, tra storyboard e illustrazioni